Funzioni esecutive

Le F.E. costituiscono un sistema molto complesso di sotto-processi distinti non correlati ma allo stesso tempo comunicanti tra loro che iniziano, controllano, coordinano e programmano pensieri e azioni.

Le funzioni esecutive vengono anche definite come le abilità necessarie per programmare, mettere in atto e portare a termine con successo un comportamento finalizzato a uno scopo.

Esiste una fase di intenso sviluppo che va dai 2 ai 7 anni, poi un ulteriore progresso dagli 8 ai 12 anni.

Il Sistema Esecutivo ha come substrato anatomico i lobi frontali, gangli della base e cervelletto.

Ha il compito di fornire risorse cognitive (che sono limitate).

Permette quindi di mantenere l'attenzione; gestire e controllare le varie funzioni di pensiero e portare a termine l'azione inibendo i distrattori;

Inoltre è alla base delle capacità di organizzazione, pianificazione e mantenimento della concentrazione sull'obiettivo stabilito;

Infine consente ad ogni essere umano di modulare delle funzioni specifiche come l'apprendimento psico-motorio.

Spesso nei bambini con disturbo dell'attenzione è presente anche una disturbo delle funzioni esecutive proprio perche sono strettamente collegati alla capacità di inibizione delle interferenze e dei distrattori e al controllo degli stimoli.

 

La terapia si presenta come uno strumento molto utile se viene svolta con degli interventi mirati alla selezione delle informazioni, alla capacità di isolare le interferenze e concentrarsi solo sul dato richiesto.

Si lavora con l'effetto strop creando un interferenza all'attenzione e lavorando sull'inibizione,lavorando sul gestire l'interferenza dei distrattori, sull'avvio, l'allerta e sugli spostamenti dell'attenzione. Anche nei disturbi dell'apprendimento o nei disturbi della comprensione verbale ormai si conosce la presenza di un deficit delle funzioni esecutive.

© 2023 by Little Rainbow. Proudly created with Wix.com

  • White Instagram Icon
  • LinkedIn Icona sociale
  • White Facebook Icon